Sipre e Canoa Ricerca Italia – studi tipi di prue delle canoe olimpiche

La Canoa Nuova Ricerca (FICK Settembre - Novembre 2017) pubblica un articolo molto interessante del Marco Masulo. L'articolo rappresenta una sintesi della Tesi di Laurea Magistrale in “Ingegneria Navale” conseguita dall’autore il 23 marzo 2017 presso l’Università degli studi di Napoli Federico II (Relatori: Prof. Agostino De Marco, Prof. Salvatore Miranda). Lo scopo di quella ricerca è l’analisi delle prestazioni di un Nelo Vanquish III ML. Studia anche nuove forme di carena che possono fornire un miglioramento della resistenza al moto del kayak confrontandole con il Nelo Vanquish Cinco. Interessante perché la Tesi studia i tipi di prue esistenti oggi nel mercato. In basso potete vedere le conclusioni. dove sono incluse forme similli alla prua del modello Kepler della Sipre Kayaks dal Portogallo, rappresentata in Italia da noi. Conclusioni dello Studio: I risultati evidenziano che il Maso 2 è l’unico ad ottenere un margine di miglioramento unicamente per un determinato range di velocità (tra le quattro, è il kayak che fornisce le peggiori prestazioni). Il Maso 3 è quello che fornisce i migliori risultati per le velocità di 3.0m/s, 4.0m/s e 5.13m/s (rispettivamente con un margine di miglioramento dello 0.7% , 2.9% e 1.9%). Invece, il Nelo Vanquish Cinco dà i migliori risultati alle alte velocità (6.0m/s), con un margine di miglioramento del 1.7%. La resistenza al rimorchio non è l’unico valore da considerare per determinare un miglioramento della carena: come si può osservare da grafici e tabelle, il Maso 2 e il Vanquish III hanno, rispettivamente, il più alto e il più basso valore di sinkage; mentre il Maso 1 e il Maso 3 hanno il più alto e il più basso valore di trim rispettivamente. Si può concludere affermando che il Nelo Vanquish Cinco e il Maso 3 sono le canoe che forniscono le migliori performance in gara: a) la prima è la più adatta per un atleta olimpico specializzato nei 200 metri (che raggiunge velocità di 6.0m/s, equivalente ad un passo di 2,47 minuti al chilometro), riuscendo addirittura ad ottenere un miglioramento di circa 3 decimi di secondo su questa distanza (rispetto un Nelo Vanquish III). b) La seconda è la più adatta per un atleta olimpico specializzato nei 1000 metri (che raggiunge velocità medie comprese tra 4.6m/s e 5.13m/s, equivalenti ad un passo medio di circa 3.40min/km - 3.20min/km), riuscendo ad ottenere un miglioramento di circa 1-2 secondi su questa distanza. Guardate qui la pubblicazione. Qui potete anche trovare informazione sulla Sipre Kayaks.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *