Pubblicato il Lascia un commento

4,20, Surfski e LifeSaving – il 3 in 1 della SIPRE kayaks.

SIPRE KAYAKS è un’azienda portoghese produttrice di barche dal 1989. SIPRE è anche conosciuta come specialista del mare. Quest’anno hanno deciso di creare uno strumento potente per i bambini che iniziano il kayak: l’ACKUA KID.
L’ACKUA KID ha due versioni, una di Surfski (ACKUA KID, con linee di Ackua 575) e la versione piu completa di LifeSaving (ACKUA KID LS, con le linee di Ackua LS).
Questa è la barca più versatile esistente per bambini, in quanto consente ai bambini di competere dove 4,20m è obbligatorio (per l’inizio del kayak), così come permette di usarlo in mare come barca Surfski e/o LifeSaving. Quindi, è una barca 3 in 1. Qui in Italia è uno di quelli casi dove può avere l’utilizzo per tutti i 3 obbietivi. Cercheremmo anche di creare un “copre-pozzetto” per ilsuo utilizzo d’inverno in acque piatte.
“Volevamo fare un kayak con linee radicali e attraenti in modo che i giovani atleti non avessero pregiudizi nel camminare su un kayak di iniziazione.”

La lunghezza massima di 4,2 metri e la larghezza di 50 cm sono importanti per fare in modo che qualsiasi atleta non abbia problemi di stabilità e che acquisisca rapidamente la sicurezza!
Il kayak è stato testato sia con bambini di 16 anni che di 5 anni! Gestisce una linea d’acqua fantastica, scivola con poco sforzo e possibilita che atleti da 110 cm a 175 cm la possono usare.
SIPRE ritiene che con il lancio della linea ACKUA KID il World of Surfski sia più completo e il futuro assicurato.

 

Comprare qui.

Pubblicato il Lascia un commento

Sipre e Canoa Ricerca Italia – studi tipi di prue delle canoe olimpiche

La Canoa Nuova Ricerca (FICK Settembre – Novembre 2017) pubblica un articolo molto interessante del Marco Masulo. L’articolo rappresenta una sintesi della Tesi di Laurea Magistrale in
“Ingegneria Navale” conseguita dall’autore il 23 marzo 2017 presso l’Università degli studi di Napoli Federico II (Relatori: Prof. Agostino De Marco, Prof. Salvatore Miranda).

Lo scopo di quella ricerca è l’analisi delle prestazioni di un Nelo Vanquish III ML. Studia anche nuove forme di carena che possono fornire un miglioramento della resistenza al moto del kayak confrontandole con il Nelo Vanquish Cinco. Interessante perché la Tesi studia i tipi di prue esistenti oggi nel mercato. In basso potete vedere le conclusioni. dove sono incluse forme similli alla prua del modello Kepler della Sipre Kayaks dal Portogallo, rappresentata in Italia da noi.

Conclusioni dello Studio:
I risultati evidenziano che il Maso 2 è l’unico ad ottenere un margine di miglioramento unicamente per un determinato range di velocità (tra le quattro, è il kayak che fornisce le peggiori prestazioni). Il Maso 3 è quello che fornisce i migliori risultati per le velocità di 3.0m/s, 4.0m/s e 5.13m/s (rispettivamente con un margine di miglioramento dello 0.7% , 2.9% e 1.9%). Invece, il Nelo Vanquish Cinco dà i migliori risultati alle alte velocità (6.0m/s), con un margine di miglioramento del 1.7%. La resistenza al rimorchio non è l’unico valore da considerare per determinare un miglioramento della
carena: come si può osservare da grafici e tabelle, il Maso 2 e il Vanquish III hanno, rispettivamente, il più alto e il più basso valore di sinkage; mentre il Maso 1 e il Maso 3 hanno il più alto e il più basso valore di trim rispettivamente. Si può concludere affermando che il Nelo Vanquish Cinco e il Maso 3 sono le canoe che forniscono le migliori performance in gara:

a) la prima è la più adatta per un atleta olimpico specializzato nei 200 metri (che raggiunge velocità di 6.0m/s, equivalente ad un passo di 2,47 minuti al chilometro), riuscendo addirittura ad ottenere un miglioramento di circa 3 decimi di secondo su questa distanza (rispetto un Nelo Vanquish III).

b) La seconda è la più adatta per un atleta olimpico specializzato nei 1000 metri (che raggiunge velocità medie comprese tra 4.6m/s e 5.13m/s, equivalenti ad un passo medio di circa 3.40min/km – 3.20min/km), riuscendo ad ottenere un miglioramento di circa 1-2 secondi su questa distanza.

Guardate qui la pubblicazione. Qui potete anche trovare informazione sulla Sipre Kayaks.


Pubblicato il 2 commenti

k1 Roman Dynamic- Fondo piatto

Il Dynamic della ROMAN (www.romankayaks.es) è un kayak olimpico competitivo e stabile come il modello precedente Sail IV. La sua stabilità offre la possibilità di applicare più potenza ad ogni colpo. I notevoli vantaggi del Dynamic K1 sono:

1) Accelerazion per uscire della scia – spostando in avanti il pozzetto ci si siede davanti al punto più basso della scia. Questo ti permette di accelerare molto più velocemente di altri kayak che devono uscire dal “buco”.

2) Scaffo piatto – consente al kayak di essere agile, che poi combinato con l’ampia coda piatta conferisce stabilità e facilità per mantenerlo in movimento ad un ritmo costante.
3) Efficienza nel passo – grazie alla fisica e all’ingegneria nautica, la coda piatta della Dynamic conferisce qualità di uno scafo planante

a come si muove attraverso l’acqua. La coda piatta e il grande volume nella parte posteriore consentono di mantenere una velocità piu alta. Permette anche a questo kayak di girare molto bene.

4) Poppa rovesciata: riduce l’onda che si rilascia dalla coda riducendo al minimo il beneficio per la concorrenza.

5) Bordi rigidi: i bordi dello scafo assicurano un miglior comportamento delle onde e in scia, in modo da mantenere il kayak in movimento dove vuoi che vada. Questo significa che se sei in scia tripla lavorerai molto meno dei concorrenti negli scafi tradizionali a forma di U.

Dimensioni del kayak al peso dell’atleta: medio (70-80 kg), grande (80 kg +)

I Test fatti in Italia (Sabaudia) ci diconno che questa barca è la piu veloce in assoluto (sui tratti da mt50) fino a 110-120 colpi/minuto. Una buona promessa di futuro per distanze di 1000m e anche piu lunghe. E la stiamo preparando anche per i 200m.